English French Spanish German Italian Japanese

Tsunami dell’Oceano Indiano del 2004

Lo tsunami dell’Oceano Indiano del 2004 ha colpito ampie fasce della costa orientale del Tamil Nadu, dove hanno perso la vita 7000 persone, e della costa occidentale del Kerala. Qui è stato colpito un tratto di litorale lungo 20 chilometri sul quale si trova il Centro di Amritapuri di Amma e la sede principale di Embracing the World. 140 persone sono rimaste uccise nei villaggi vicini. Migliaia di persone, incluse le 20.000 che quel giorno si trovavano nel Centro di Amma, sono state evacuate sotto la sua stretta supervisione. In poche ore la vicina Amrita University è stata trasformata in un gigantesco campo di soccorso che ha fornito cibo, alloggi temporanei, vestiario e assistenza medica ai superstiti. I discepoli monastici di Amma hanno offerto il loro aiuto ai sopravvissuti occupandosi delle cerimonie di cremazione dei loro parenti che avevano perso la vita nel disastro.

Dopo pochi giorni, Amma ha annunciato che Embracing the World s’impegnava a donare 23 milioni di dollari (circa € 19 milioni) in aiuto alle vittime dello tsunami in India. In un secondo momento, dopo l’incontro di Amma con il Presidente dello Sri Lanka, ETW ha offerto altri 685.000 dollari (circa € 550.000) per opere di soccorso a favore delle comunità cingalese e tamil. Nei due anni successivi, sotto la guida attenta di Amma, i volontari di Embracing the World si sono presi cura di ogni aspetto dei bisogni delle vittime, soddisfacendo non solo le necessità primarie, ma fornendo case e infrastrutture di qualità molto superiore a quelle che avevano perduto, supporto psicologico e formazione professionale affinché ,per il loro sostentamento, non dipendessero più esclusivamente dal mare. Questi interventi hanno offerto nuove possibilità a uomini e donne, le quali spesso iniziavano un’attività lavorativa per la prima volta nella vita.


Dopo 2 anni di interventi, alla fine del 2006, il costo effettivo delle opere di soccorso per lo tsunami di Embracing the World ha raggiunto i 46 milioni di dollari (circa € 37 milioni).

Campi di soccorso
Aiuto medico
7.5 milioni di pasti
Vestiario e altre necessità
Progetto di 6.200 case per le vittime dello tsunami
Riabilitazione dopo il trauma
Raduni per bambini
Formazione professionale e opportunità di lavoro
Assistenza ai pescatori
Aiuto finanziario
Matrimoni gratuiti
Ponte per l’evacuazione
Progetto ‘Spiaggia verde’
 

Play
Prev
Next

I volontari di ETW hanno predisposto le pire funerarie per 140 vittime dello tsunami che ha colpito l’area vicina alla sede principale di ETW in Kerala

Sulla costa occidentale dell’India hanno perso la vita 7.000 persone. Amma si è recata tra le vittime nei campi di soccorso di ETW di entrambe le coste, consolando le vittime e identificando i loro bisogni immediati

Molti dei sopravvissuti hanno perduto tutti i parenti stretti oltre alla casa e ai beni

Volontari di ETW sono arrivati da ogni parte del mondo per collaborare alle opere di soccorso

Meno di tre settimane dopo il disastro, è stata completata la costruzione di nove alloggi temporanei dotati di elettricità, ventilatori, bagni separati, acqua corrente e TV

Undici ambulanze e un team di medici e infermiere si sono precipitati nelle aree colpite allestendo molti centri medici sulle coste est e ovest dell’India. Nei quattro mesi seguenti sono stati curati 30.000 pazienti in 100 campi

Nell’alloggio temporaneo di Alappad Panchayat è stato allestito un centro di telemedicina per collegare via satellite i medici impegnati nelle opere di soccorso con l’ospedale AIMS di Cochin. L’ospedale AIMS di ETW ha eseguito interventi chirurgici su 450 vittime dello tsunami, compresi 15 interventi al cuore

Dopo pochi giorni, Amma ha annunciato che ETW si impegnava a fornire 23 milioni di dollari (circa 19 milioni di euro) in aiuto alle vittime dello tsunami in India. Dopo due anni di lavoro ininterrotto, il costo effettivo delle opere di soccorso di Embracing the World ha raggiunto i 46 milioni di dollari (circa 37 milioni di euro)

Il giorno del disastro, migliaia di persone, incluse le 20.000 che quel giorno si trovavano nel Centro di Amma, sono state evacuate sotto la stretta supervisione di Amma

Per più di quattro mesi ETW ha servito 10.000 pasti tre volte al giorno nei campi di soccorso e in 18 punti di distribuzione allestiti nelle zone colpite dallo tsunami lungo la costa occidentale dell’India

Nel campo di soccorso di Nagapattinam in Tamil Nadu sono stati preparati e distribuiti in un raggio di 15 km ben 675.000 pasti

In totale, Embracing the World ha servito più di 7,5 milioni di pasti in Tamil Nadu e Kerala

In Kerala, ETW ha distribuito l’equivalente di 350.500 dollari (circa 280.000 euro) a 16.000 famiglie per comprare il necessario per cucinare

ETW ha distribuito materiali scolastici e vari ausili educativi, tra cui 10.000 libri di testo, 5.000 penne, compassi, righelli, dizionari e quaderni

Il nucleo dell’enorme progetto di soccorso-tsunami di ETW è stato la costruzione di 6.200 case negli stati indiani del Kerala, del Tamil Nadu, nelle Isole Andamane e Nicobare e nello Sri Lanka

In Tamil Nadu e Kerala, ETW è stata la prima organizzazione non governativa a completare le case del progetto di soccorso-tsunami secondo i criteri del governo

Nell’ottobre 2008, tutte le case erano state completate e assegnate

In molte località, ETW ha costruito non solo case, ma anche strade, pozzi, scuole, sale per le comunità e centri di cura

Embracing the World ha distribuito un totale di 700 barche complete di motore e reti da pesca per un valore di 1 milione di dollari (circa 800.000 euro) agli abitanti dei villaggi che avevano perduto tutto nello tsunami. Ogni barca sostiene 7 famiglie

Più di 2.500 persone hanno ricevuto una formazione professionale. In accordo con le loro qualifiche educative queste sono state formate per diventare insegnanti, infermieri, assistenti paramedici, elettricisti, agenti di sicurezza, autisti, muratori, carpentieri e meccanici

Durante il periodo di formazione, gli studenti hanno ricevuto uno stipendio mensile, cibo, divise gratuite e un alloggio. Al termine di tale periodo, Embracing the World ha aiutato ciascuno di loro a trovare un lavoro

ETW ha gestito speciali corsi di yoga, inglese e sanscrito per i bambini delle aree colpite dallo tsunami. Oltre 10.000 bambini e bambine hanno partecipato a questi corsi

Poiché lo tsunami aveva traumatizzato molti bambini, Amma li ha portati personalmente nella piscina dell’ashram per aiutarli a superare la paura dell’acqua

Alcune madri che hanno perso i figli durante lo tsunami si erano in precedenza sottoposte alla legatura delle tube come metodo contraccettivo permanente. ETW ha offerto loro l’opportunità di sottoporsi a un intervento di ricanalizzazione delle tube. Nell’ottobre del 2008, tutte e sei le madri hanno dato alla luce dei bambini, tre di loro hanno avuto dei gemelli

Dopo aver osservato il grande assembramento di barche e il lungo tempo impiegato per la fuga durante due falsi “allarmi tsunami” che hanno avuto luogo nel 2005, Amma ha deciso di costruire un ponte per collegare la penisola di Alappad Panchayat con la costa interna del Kerala. Il ponte offre una via di fuga centralizzata che può essere utilizzata da 15.000 persone in 30 minuti, nel caso Alappad dovesse affrontare una nuova calamità naturale

Per i due anni successivi allo tsunami, e sotto la supervisione di Amma, i volontari di Embracing the World si sono presi cura di ogni aspetto dei bisogni delle vittime, soddisfacendo non solo le necessità primarie ma fornendo case e infrastrutture di qualità molto superiore a quelle che avevano perduto oltre a supporto psicologico e formazione professionale affinché non dipendessero più esclusivamente dal mare per il loro sostentamento

 

Campi di soccorso

Il giorno del disastro, nonostante il Centro fosse sommerso da molti decimetri di acqua, Embracing the World ha costruito tre campi di soccorso presso il campus della locale Amrita University di Amma sulla terra ferma, di fronte alla penisola travolta dall’acqua. Circa 4.000 persone sono rimaste nei campi per 15 giorni e circa 2.000 per quattro mesi.

Il 13 Gennaio 2005, è stata completata la costruzione di nove alloggi temporanei, tutti dotati di elettricità, ventilatori, bagni separati, acqua corrente e TV. Ad Alappad, Kerala e a Saman-thampettai, Tamil Nadu, ETW ha dato alloggio a 550 famiglie. Nei campi di soccorso, i volontari di ETW hanno organizzato incontri sportivi, programmi di danza e musica per intrattenere i rifugiati.

Sono stati allestiti campi di soccorso anche sulle isole Andaman e Nicobare. In seguito, Embracing the World ha prestato cinque acri di terra al governo dello stato del Kerala per costruire ulteriori alloggi temporanei.

Assistenza Medica

Nelle zone colpite si sono precipitati 11 ambulanze e un team di medici e infermiere che hanno allestito vari centri medici aperti 24 ore su 24 sulle coste est e ovest dell’India. Il personale medico delle ambulanze ha fornito cure intensive sul posto, visitando, nelle fasi iniziali, ciascun campo di soccorso ogni due ore. Il gruppo di medici è rimasto nelle aree colpite dallo tsunami per 4 mesi. Oltre 30.000 pazienti sono stati curati nei circa 100 campi in tutto il Kerala e il Tamil Nadu. Nel rifugio temporaneo di Alappad Panchayat, ETW ha allestito un centro di telemedicina per collegarsi via satellite con l’ospedale AIMS di Cochin. L’ospedale AIMS di ETW ha effettuato interventi chirurgici su 450 vittime dello tsunami, compresi 15 interventi al cuore. ETW ha allestito 20 centri per la vista, operato 115 cataratte, e distribuito 400 occhiali alle persone che li avevano perduti durante lo tsunami.

ETW ha fornito cure appropriate durante la gravidanza e il parto a 16 donne colpite dallo tsunami. Alcune madri che avevano perso i figli nello tsunami, si erano già sottoposte alla legatura delle tube come metodo contraccettivo permanente. Il grande lutto aveva causato una forte depressione in alcune di loro tanto che pensavano addirittura al suicidio. Embracing the World ha offerto loro l’opportunità di sottoporsi a un intervento di ricanalizzazione delle tube per ripristinare la fertilità. Sei donne si sono sottoposte alla procedura presso l’Ospedale AIMS. ETW ha coperto tutte le spese. Nell’ottobre 2008, tutte le donne hanno dato alla luce dei bambini, tre di loro hanno avuto due gemelli.

7.5 milioni di pasti

15 minuti dopo il disastro, i volontari di ETW hanno iniziato a preparare cibo sia per i 2.000 sfollati del villaggio, sia per le 15.000 persone ospitate nei 12 alloggi temporanei governativi. Lo stesso giorno, 40 camion carichi di riso e generi alimentari sono stati fatti arrivare nelle aree colpite. Per più di quattro mesi ETW ha servito 10.000 pasti tre volte al giorno nei campi di soccorso e nei 18 punti di distribuzione allestiti nelle zone colpite dallo tsunami sulla costa occidentale dell’India. ETW ha anche fornito pranzi scolastici ai bambini ospitati nei campi di soccorso.

In Kerala, ETW ha distribuito 30.000 kg di riso nei primi 15 giorni. Altri 20.000 kg di riso sono stati distribuiti agli sfollati nel momento in cui hanno lasciato il campo di soccorso.

Fin dal primo giorno dopo il disastro, sono stati serviti pasti alle vittime della costa orientale dell’India, dove i danni erano molto più estesi. Nei campi di soccorso di Nagapattinam, in Tamil Nadu, sono stati preparati e serviti 675.000 pasti in un raggio di 15 km. In Tamil Nadu, ETW ha distribuito 185 tonnellate di riso e molte altre tonnellate di alimenti di base. In totale a Chennai sono stati distribuiti 56.000 pasti. Durante la sua visita a Nagapattinam, Amma ha personalmente donato 6.000 sacchi di riso. Alimenti di base come riso e fagioli sono stati consegnati anche nello Sri Lanka. In totale, Embracing the World ha servito più di 7.5 milioni di pasti in tutto il Tamil Nadu e il Kerala.

Vestiario e altre necessità

Nei giorni e nelle settimane successive la calamità dello tsunami, ETW ha distribuito alle vittime del disastro migliaia di kit di soccorso comprendenti vestiario, sandali, materassi, lenzuola e altri articoli essenziali.

ETW ha fornito 70.000 capi di vestiario e 30.000 coperte. Inoltre, ai bambini colpiti sono stati dati 10.000 completi fatti su misura. Tutti i vestiti erano nuovi.

ETW ha anche distribuito materiali scolastici, vari ausili educativi, tra cui 10.000 libri di testo, 5.000 penne, compassi, righelli, dizionari, e quaderni.

Progetto di 6.200 case per lo tsunami

Il nucleo dell’enorme progetto di soccorso-tsunami di ETW è stato la costruzione di 6.200 case negli stati indiani del Kerala, del Tamil Nadu, nelle Isole Andamane e Nicobare e nello Sri Lanka. In Tamil Nadu e in Kerala, ETW è stata la prima organizzazione non governativa a completare le case del progetto di soccorso-tsunami secondo i criteri del governo.
Nell’ottobre 2008, tutte le case sono state completate e assegnate. Le case nello Sri Lanka sono state completate nel 2007. In molte località, ETW ha costruito non solo case, ma anche strade, pozzi, scuole, sale per la comunità e centri di cura.

Mosso dall’ammirazione per il lavoro di ETW, l’allora Presidente dell’India, Dott. A.P.J. Abdul Kalam, ha visitato uno dei cantieri edilizi in Tamil Nadu e ha partecipato alla cerimonia di consegna delle chiavi nella sede principale di ETW in Kerala.

Riabilitazione dopo il trauma

Oltre alla perdita economica, il trauma psicologico resta come strascico inevitabile di ogni disastro. Se la riabilitazione non è affrontata rapidamente, diviene più difficile, se non impossibile. Qualche giorno dopo lo tsunami, Amma ha convocato un team di psichiatri, psicologi e assistenti sociali per iniziare a fornire assistenza alle famiglie. Molti sopravvissuti accusavano sintomi di patologie da stress post-traumatico, specialmente quelli che avevano visto annegare i loro figli e i loro cari. L’arte-terapia è riconosciuta essere un intervento psicologico che aiuta i bambini testimoni di terribili esperienze, come la perdita di un genitore, a esprimere la propria sofferenza. Il trauma può essere affrontato solo dopo che è stato identificato. I consulenti hanno aiutato bambini e adulti a esprimere e affrontare il dolore. Come parte della terapia, i bambini sono stati incoraggiati a disegnare e a dipingere, e molti hanno realizzato disegni di villaggi inondati dalle acque e di persone avvinghiate alle palme di cocco. ETW ha inoltre offerto corsi di nuoto ai bambini per aiutarli a superare la paura dell’acqua causata dal trauma. Questo servizio di consulenza ha dato alle famiglie il coraggio di ritornare nei propri villaggi vicino al mare.

Raduni per bambini

ETW ha gestito speciali corsi di yoga, inglese e sanscrito per i bambini delle aree di Kollam Alappuzha, Kerala, colpite dallo tsunami. Oltre 10.000 bambini e bambine hanno partecipato a questi corsi che si sono svolti nell’aprile e nel maggio 2005.

Circa 5.000 bambini sono stati accolti nel Centro di Amma. Poiché lo tsunami aveva lasciato la paura dell’acqua in molti bambini, Amma li ha portati personalmente nella piscina di Amritapuri per aiutarli a superare questa paura. Essi hanno anche avuto l’opportunità di esprimere il proprio talento e di partecipare a programmi culturali. Molti bambini non avevano ricevuto alcun insegnamento culturale prima di allora.

Formazione professionale e opportunità di lavoro

Dopo lo tsunami, gli abitanti dei villaggi hanno chiesto ad Amma di aiutarli a trovare un lavoro che non dipendesse esclusivamente dal mare. Amma ha così lanciato dei programmi per insegnare nuovi mestieri agli uomini e alle donne, le quali erano spesso al loro primo impiego. Ciò ha dato origine al progetto di sviluppo economico di ETW.

Più di 2.500 persone hanno ricevuto una formazione professionale. Secondo le loro qualifiche educative sono state formate per diventare insegnanti, infermieri, assistenti paramedici, elettricisti, agenti di sicurezza, autisti, muratori, carpentieri e meccanici. Durante il periodo di formazione gli studenti ricevevano uno stipendio mensile, cibo, divise gratuite e alloggio. Al termine del periodo di formazione, Embracing the World ha aiutato ciascuno di loro a trovare un lavoro.

ETW ha anche organizzato corsi gratuiti di sartoria e cucito per 300 donne dei villaggi del Kerala colpiti dallo tsunami. Le donne che hanno terminato i corsi ora guadagnano circa 2.000 rupie al mese col loro nuovo lavoro. Corsi simili hanno avuto luogo nel distretto di Nagapattinam, Tamil Nadu.

Nel distretto di Nagapattinam, Tamil Nadu, ETW ha fornito alloggi gratuiti a 24 studenti dell’università, corsi gratuiti di informatica a 200 studenti, e un’istruzione elementare a 750. Sono stati organizzati anche dei corsi gratuiti di inglese parlato.

35 bambini provenienti da famiglie colpite dallo tsunami hanno ricevuto educazione gratuita e alloggio nella scuola Secondaria Superiore Amrita di Sanscrito a Paripally, Kerala, gestita dal Centro di Amma.

Assistenza ai pescatori

Embracing the World ha distribuito un totale di 700 barche, complete di motore e reti da pesca per un valore di 1 milione di dollari (circa € 800.000) agli abitanti dei villaggi che avevano perduto tutto nello tsunami. Ciascuna barca sostiene 7 famiglie.

Nel Giugno 2005, in collaborazione con l’Organizzazione per la Ricerca Spaziale Indiana, il Village Satellite Resource Centre di Embracing the World ha cominciato a fornire informazioni GPS riguardanti i punti di pesca migliori ai pescatori nel distretto di Nagapattinam.

Aiuto finanziario

In Kerala, Embracing the World ha donato l’equivalente di 350.500 dollari (circa € 280.000) per comprare recipienti per cucinare a 16.000 famiglie residenti nei distretti colpiti dallo tsunami di Kollam, Ernakulam e Alappuzha.

Persone che già ricevevano un aiuto finanziario mensile da ETW hanno avuto un ulteriore aiuto economico. Molte famiglie colpite dallo tsunami in Kerala e Tamil Nadu godevano già dei benefici di un programma di ETW che forniva aiuto finanziario mensile a 100.000 persone che si trovavano sotto la soglia di povertà.

Matrimoni gratuiti

ETW ha finanziato centinaia di matrimoni per coppie colpite dallo tsunami in Kerala, Tamil Nadu e Pondicherry. Tutti i costi delle cerimonie sono stati coperti da ETW, compresi gli ornamenti, i vestiti e i tradizionali pranzi di ricevimento per i parenti delle coppie. In Tamil Nadu, ai neosposi sono stati donati mobili, pentolame e altri articoli necessari per iniziare una nuova vita.

Ponte per l’evacuazione

Il 20 dicembre 2006, il Presidente dell’India, Dott. A.P.J. Abdul Kalam, ha inaugurato il ponte costruito da ETW per collegare la penisola di Alappad Panchayat alla terraferma del Kerala. Amma ha deciso di costruire il ponte dopo aver osservato il grande assembramento di barche e il lungo tempo impiegato nella fuga durante due falsi “allarmi tsunami ” che hanno avuto luogo nel 2005. Il ponte offre una via di fuga centralizzata che può essere utilizzata da 15.000 persone in 30 minuti nel caso Alappad dovesse affrontare una nuova calamità naturale. Il ponte, che è stato completato in un solo anno, è stato completamente pagato e costruito da ETW, al costo di 1.32 milioni di dollari (circa € 825.000).

Progetto ‘Spiaggia verde’

Con il progetto ‘Spiaggia verde’, ETW ha piantato 100.000 piante di Casuarina lungo le spiagge delle aree colpite dallo tsunami nella costa occidentale dell’India, a barriera contro l’acqua di tempeste e futuri tsunami. Gli alberi proteggeranno le spiagge anche dall’erosione del suolo. Circa 650 abitanti dei villaggi partecipano a questo progetto. Le piantine sono fornite dal Dipartimento Forestale del Kerala, mentre ETW ha dato la manodopera dei propri volontari, le taniche d’acqua e l’attrezzatura per annaffiare le piantine.

back to top